Back to homepage

Famiglia

Finanziamento
Principio generale: Sistema finanziato tramite contributi assicurativi (a carico del datore di lavoro) con parziali sovvenzioni da parte dello Stato

Contributi assicurativi: 2,48% a carico del datore di lavoro. Nessun tetto massimo previsto.
Partecipazione dello Stato: finanziamento parziale a carico dello Stato

Legislazione
Decreto del 30 maggio 1955; Legge del 17 ottobre 1961; Legge n. 153 del 13 maggio 1988; Decreto n. 306 del 15 luglio 1999

Principi di base
Assegni famigliari: Le indennità sono destinate alle famiglie dei lavoratori dipendenti e dipendono dal reddito famigliare e dal numeri dei figli

Assegni per l’educazione: Non previsti

Campo d’applicazione
Beneficiari: la persona che domanda le prestazioni; il coniuge, non divorziato né legalmente separato; i figli ed i nipoti a carico fino all’età dei 18 anni

Condizioni
Residenza dei figli: nessuna condizione

Altre condizioni: redditi annuali inferiori ad un importo fissato per legge. Almeno il 70% del reddito deve derivare da lavoro dipendente

Limite d’età: normale 18 anni, infermi gravi illimitata

Prestazioni
Assegni famigliari: Gli importi delle indennitài sono in funzione inversa rispetto al reddito famigliare e al numero dei membri della famiglia
Esempio di famiglia con 4 membri (senza handicappati):
– reddito annuo fino a € 12.229,35: assegno mensile di € 250,48
– reddito annuo fra € 29.647,94 e € 42.549,63: assegno mensile di € 38,73
– reddito annuo superiore a € 47.065,41: nessun assegno

Assegni per l’educazione: Non previsti

Assegni per la nascita o per l’adozione: la legge finanziaria per il 2006 (L. 266/2005) prevede un assegno di € 1.000 per ogni nascita, a condizione che il reddito annuo non superi € 50.000

Sostegno economico dello Stato alle famiglie con 3 figli: € 118,38 per 13 mensilità (a carico del Comune di residenza)

Sussidio di maternità del Comune di residenza per ogni figlio biologico o adottato: € 283,92 per 5 mensilità, non compatibile con altre aindennità di maternità (se più favorevole sarà pagata la differenza)

Assegno di maternità dello Stato per i figli biologici o adottati: € 1.747,82 annui, non compatibili con il sussidio del Comune e altre indennità di maternità (se più favorevole sarà pagata la differenza)

Assegno per genitori soli: prevista una maggiorazione dell’indennità

Casi speciali
Disoccupati: assegni famigliari normali

Titolari di pensione: assegni famigliari normali

Rivalutazione
Rivalutazione automatica legata alle variazioni del costo della vita

Imposizioni fiscali
Prestazioni non imponibili

______________________________________________

Fonti:

Osservatorio INCA CGIL per le politiche sociali in Europa

MISSOC 2006